Pubblicato il Lascia un commento

Piccole Olive crescono

nascita_nuove_olive_redoro

Piccole olive crescono per l’extra vergine di oliva

In casa Redoro stiamo seguendo con entusiasmo la crescita delle nostre piccole olive. I piccoli frutti degli olivi stanno crescendo bene dopo la fioritura dei mesi scorsi. In questo periodo è molto importante che piccoli frutti maturino nelle migliori condizioni possibili.

Sebbene la pianta di olivo sia abituata al caldo e sopportare elevate temperature, il clima rimane sempre un fattore molto importante per la miglior crescita ed il miglior raccolto. Il clima determina anche il proliferare o meno dei parassiti molto pericolosi per l’albero ed i suoi frutti.

Sino ad ora le condizioni climatiche sono soddisfacenti: ci sono state piogge ma non torrenziali ed il caldo si è fatto sentire senza troppo abbattersi sulla terra e sulle piante. Lo sapete? La conformazione delle foglie e le radici delle piante da oliva sono tali da riuscire a trovare l’acqua anche in terreni molto scarsi della sostanza vitale (osservate ad esempio tutte le meravigliose piante di olivo del nostro Sud per capire che cosa è in grado di fare questo meraviglioso albero).

L’ Olivo è una pianta che sa procurarsi il proprio sostentamento, è una pianta forte e possiede un apparato radicale distribuito sia in superficie per recuperare l’acqua piovana intermittente e leggera sia in profondità per cercare le falde acquifere più sicure.

Non bisogna sfidare la fortuna però: in casi estremi la pianta ricava la propria acqua dei frutti facendoli avvizzire sino a quando non sarà tornata la condizione di normalità. In quel caso però  il frutto, al contrario di altre piante, riesce a recuperare l’acqua perduta.

Olive_extra-vergine_Redoro

In questo momento siamo attentissimi alla crescita delle nostre piccole olive: ci sono molteplici pericoli che insidiano la buona crescita dei frutti. La mancanza d’acqua, la Tignola, la mosca olearia, Cotonello dell’olivo, sono alcuni dei pericoli potenziali per le piccole creature, ancora troppo vulnerabili per difendersi, ed il nostro apporto risulta determinante.

La nostra cura è maniacale! Vi terremo costantemente informati su come procede la crescita delle nuove olive. Nel frattempo godiamoci il buon extra vergine di oliva assieme all’Estate con l’esplosione di vita che essa porta con sé rallegrandoci l’Anima.

Piccole-olive-crescono

[photo by: Marcella]

Aggiornamento 07 Novembre 2016

Siamo nel pieno della molitura, i contadini stanno arrivando in un susseguirsi di trattori che salutano la nostra piazza al Frantoio di Grezzana e l’Antico piccolo Frantoio di Mezzane di Sotto. Sono tanti i nostri coltivatori, in ognuno di loro si legge l’attesa nell’assaggiare presto il frutto squisito del loro perfetto lavoro sugli ulivi delle nostre colline. È emozione! 

coltivatori-olio-extra-vergine

Godiamo anche noi, nonostante si lavori giorno e notte, di questi bellissimi momenti che ci gratificano di tutto l’anno, ci danno la voglia di fare sempre meglio. I cotlivatori che affidano le proprie olive ai Frantoi Redoro sono come dei vecchi amici, ai quali non manca mai una parola, un consiglio o un’esperienza da condividere vicino ad un buon bicchiere di vino assaggiando l’olio appena fatto su una bruschetta.

Olio-extra-vergine-Redoro

Produrre olio extra vergine di oliva non è un lavoro, è parte della nostra vita! 

Il nostro consiglio: Extra vergine di oliva italiano

olio_extra-vergine_italiano

Pubblicato il Lascia un commento

Coldiretti Verona presso Redoro Frantoi Veneti

extra-vergine-oliva-italiano

Coldiretti Verona e Redoro Frantoi Veneti

Uscita conclusiva del percorso formativo di Coldiretti gestito dall’agenzia di formazione “Pensiero Visibileospitata presso la nostra sede di Grezzana.

Intento del percorso formativo:

visitare un’azienda modello che abbia utilizzato le nuove tecnologie digitali nel settore dell’agroalimentare, attuando strategie di marketing applicato al web.

Redoro Frantoi Veneti produce olio extra vergine di oliva dal 1895: mantenendo inalterate le tradizioni che legano l’azienda alla propria terra come patrimonio inestimabile, la comunicazione e la proposta al mercato si sono evolute. Redoro si è resa consapevole del cambiamento in atto anticipando le preferenze della società nell’utilizzare mezzi e contenuti, siano esse risposte a necessità precise sia per trovare prodotti di qualità superiore e di eccellenza tutta italiana.

Su queste traccie Redoro Frantoi Veneti si è subito prodigata per rendere la risposta alla ricerca degli utenti la più semplice possibile. Utilizzando gli strumenti più adatti al proprio target di ascolto, si è prodigata ad attivare tutte le piattaforme digitali necessarie per offrire non solo i propri prodotti ma per divulgare la preziosità del “100% italiano“: prodotti di qualità e certificati che possiamo trovare in moltissime aziende italiane che lavorano costantemente per l’eccellenza italiana proprio come fa uno dei più rinomati produttori di olio extra vergine di oliva: Redoro Frantoi Veneti.

Coldiretti ha scelto Redoro Frantoi Veneti come modello di eccellenza, accompagnando i propri iscritti all’interno dell’azienda per visitare le aree di produzione dell’olio extra vergine di oliva e per indicare con quale strategia digitale l’azienda si è posta sul mercato digitale e dell’ e-commerce.  L’incontro, durato più di tre ore, si è concluso con la relazione di Loris Castagnini, web marketer, consulente esterno e responsabile dell’area digitale per Redoro Frantoi Veneti, che ha mostrato il percorso che ha portato il Frantoio ad avere oggi un’importante presenza all’interno del mercato digitale.

Redoro Frantoi Veneti ringrazia per la preferenza assegnata come modello di azienda agroalimentare che da tempo si è impegnata nella divulgazione digitale delle tradizioni italiane.

olio_extra-vergine_italiano

“Viviamo nel luogo più bello del mondo!”
…e noi ci crediamo davvero!

 

Pubblicato il Lascia un commento

Il mercato mondiale della olivicoltura

olio-extra-vergine-oliva

 

Il mercato mondiale della olivicoltura

L’olio di oliva e l’olio extravergine di oliva stanno realizzando numeri importanti nel panorama mondiale delle importazioni e dei consumi di questo oro verde. I paesi non produttori hanno aumentato l’importazione del prodotto passando da un 55% all’80% di olio di oliva importato.

Anche il territorio coltivato ad oliva supera gli 11 milioni  e 100 mila ettari di cui ben il quarantanove percento è situato in Europa.  Gli Stati Uniti si confermano ancora il maggior importatore sia di olio di oliva sia di olive da tavola.

La cultura dell’olio extravergine di oliva sta crescendo anche in paesi dove sino ad oggi era pressoché sconosciuto;  siamo consapevoli che anche i mercati come la Cina si troveranno a realizzare richieste importanti con il conseguente pericolo legato a produzioni che potrebbero essere non certificate al 100% a scapito della superba qualità del prodotto.

La competizione sui mercati

Rimane sempre molto forte la competizione tra le grandi aziende che commercializzano l’olio di oliva: spesso le multinazionali spagnole coprono gran parte del commercio mondiale anche forti di alcuni marchi italiani di loro proprietà.

Anche parlando di produzione di olive da tavola, e non solo di olio di oliva, l’Italia si trova in terza posizione dopo Spagna e Grecia e subito prima del Portogallo. Riferendosi invece al mercato dell’olio di oliva, l’Italia detiene una quota di esportazione peri al 23% del totale. Interessante sottolineare che Spagna, Grecia, Italia e Portogallo detengono il 90% delle esportazioni mondiali di olive e olio di oliva.

olio-extra-vergine-oliva

L’olio extra vergine di oliva Redoro Frantoi Veneti

Noi siamo un frantoio Veneto, un frantoio che produce olio extra vergine di oliva 100% italiano dal 1895; questo rimarrà sempre un punto fermo della nostra produzione e del nostro credo essendo proprio questo il punto chiave che ci rende forti e credibili agli occhi dei nostri consumatori ai quali dobbiamo tutto il nostro successo e per i quali lavoriamo incessantemente ogni giorno per garantire italianità, genuinità e qualità tra le più elevate al mondo. Non miriamo a produrre per vendere incondizionatamente ma miriamo a produrre per mantenere sana la nostra azienda, offrire un prodotto genuino, 100% italiano e soprattuto essere felici con e per il nostro lavoro che svogliamo tutti i giorni con alti e bassi, con i problemi legati al mondo del lavoro ma sempre fedeli a quanto i nostri nonni ci hanno insegnato.

Siamo uomini e donne, padri e figli di lavoratori imprenditori e contadini, siamo persone che hanno fatto del proprio lavoro una passione prima di tutto e un modo per contribuire nel mondo con qualcosa di buono per davvero: l’olio extravergine di oliva italiano.

 

la fonte dei dati la trovi qui: http://bit.ly/1SSUd7F

Pubblicato il 2 commenti

SEO&LOVE Verona 19 Febbraio: perle di SEO

Seo_and_love_seoandlove_redoro-frantoi-veneti

SEO&LOVE Venerdì 19 Febbraio: perle di Seo. Una folla immensa proveniente da tutta Italia si ritroverà a Verona in occasione dell’evento del secolo.

Organizzato e diretto da @wmsaver Salvatore Russo, dopo aver dichiarato il tutto esaurito in soli 30minuti nella prima sala a Palazzo Verità-Poeta, ed avendo ancora una enorme richiesta da soddisfare, è stato obbligato a richiedere una nuova location presso il prestigioso Teatro Nuovo di Verona.

Ancora una volta, il Teatro è andato in breve tempo “sold-out”!
Si preannuncia così un evento oltre ogni aspettativa;

Redoro Frantoi Veneti ha scelto di dare sussistenza a tutti i partecipanti mettendosi a disposizione e fornendo cibo agli affamati stremati dall’enorme rilascio di adrenalina a cui saranno sottoposti nel corso della giornata.

Un sincero augurio di enorme successo lo dedichiamo a tutti i relatori che elargiranno perle di SEO&LOVE per tutta la giornata, ed un arrivederci a tutti i partecipanti presso gli archi del Palazzo della Ragione per rifocillarvi e rendere la vostra giornata di un sapore indimenticabile.

Tra i Relatori che dispenseranno perle di seo and love ricordiamo:

Silvia SignorettiSimone PuliafitoSalvatore RussoLeonardo Prati Michela Calculli Roberta MiglioriMassi SquillaceMatteo BianconiMatteo PoglianiMassimo Marucci Massimo ViminiGraziano GiacaniIvano Di BiasiKate MakulovaFrancesco De NobiliGaetano RomeoGiulia BezziAle AgostiniAlessio BeltramiAndrea Saletti

Seo_and_love_Redoro

 

Aggiornamento 11 Maggio 2016

Il successo di SEO&LOVE è andato oltre ogni aspettativa più rosea, un turbinio di condivisioni e post si sono riversati all’interno della rete per documentare in diretta ciò che realmente stava accadendo in una delle città più belle d’Italia: Verona!

Un breve momento di tensione lo abbiamo avuto durante la pausa pranzo, per l’enorme fila che si andava a creare nella piazza di Palazzo della Ragione. Con pronta creatività, tipica del dna italiano abbiamo risolto anche questa; se volete farvi due risate leggete la storia dell’avventura su seoandlove.

Un grazie speciale ad Alessandro Torluccio, del direttivo di Confesercenti, che ha permesso con la sua dinamicità di realizzare un evento così importante nel mondo digitale. Complice la bella giornata l’evento si è trasformato da interessante ad indimenticabile.

I numeri?

Per mezzo dell’hashtag #seoandlove e dell’account ufficiale @seoandloveit. I dati raccolti hanno evidenziato un numero di tweet ben superiore ai 5 mila, per un totale di 648 utenti unici e più di 850 immagini condivise. Interessante osservare come tra i profili Twitter più menzionati compaia, dietro all’account uffciale dell’evento @seoandloveit e dello stesso Salvatore Russo (@wmsaver), anche il nome di Silvia Signoretti (@sixsigno), brand e web marketing manager, organizzatrice e relatrice dell’evento. Da segnalare inoltre, il picco massimo del parlato, raggiunto nel corso della mattinata, tra le 11:00 e le 12:00, per un totale di 824 tweet. [fonte: socialmeteranalysis ]

 

Pubblicato il Lascia un commento

Unaprol: L’Italia dell’eccellenza riparte !

OLIO: Granieri (Unaprol), “dal piano olivicolo risorse certe al settore. L’Italia dell’eccellenza riparte”

Roma – “L’Italia olivicola riparte dal nuovo accordo interprofessionale e dalla nuova campagna olearia che segna la ripresa del Paese che torna a produrre e ad esportare”. David Granieri, presidente di Unaprol afferma: “ora puntiamo al varo del piano olivicolo che destina 32 i milioni di euro a favore del settore”. Cinque le misure previste dal piano che riserva, in base all’art.4, comma 1, del decreto-legge n.51 del 2015. I 32 milioni di euro al settore olivicolo in tre anni verrebbero così ripartiti. 4 milioni di euro per l’anno 2015 e 14 milioni di euro per ciascuno degli anni 2016 e 2017. Le risorse finanziarie, per l’attuazione degli obiettivi prioritari saranno riservate per:
• incrementare la produzione nazionale di olive e di olio extravergine di oliva, il rinnovamento degli impianti e l’introduzione di nuovi sistemi colturali in grado di conciliare la sostenibilità ambientale con quella economica, anche con riferimento all’olivicoltura a valenza paesaggistica, di difesa del territorio e storica. Le risorse assegnate sono pari a € 500.000,00 per l’anno 2015, a € 5.000.000,00 per l’anno 2016, a € 3.500.000,00 per l’anno 2017;
• sostenere e promuovere attività di ricerca per accrescere e migliorare l’efficienza dell’olivicoltura italiana, le risorse assegnate sono pari a € 1.500.000,00 per l’anno 2015, € 1.500.000,00  per l’anno 2017 e relativamente alle attività di ricerca finalizzata alla difesa da organismi nocivi per l’olivo (Xylella fastidiosa), le risorse assegnate sono pari  a € 1.000.000,00  per l’anno 2015, € 2.000.000,00 per l’anno 2016, € 1.000.000,00 per l’anno 2017;
• sostenere iniziative di valorizzazione del Made in Italy e delle classi merceologiche di qualità superiore certificate dell’olio extravergine di oliva italiano, anche attraverso l’attivazione di interventi per la promozione del prodotto sul mercato interno e su quelli internazionali, le risorse assegnate sono pari a € 1.200.000,00 per l’anno 2016, a € 1.200.000,00 per l’anno 2017;
• stimolare il recupero varietale delle cultivar nazionali di olive da mensa in nuovi impianti olivicoli integralmente meccanizzabili, le risorse assegnate sono pari a € 1.000.000,00 per l’anno 2016, € 1.000.000,00 per l’anno 2017;
• incentivare e sostenere l’aggregazione e l’organizzazione economica degli operatori della filiera olivicola, in conformità alla disciplina delle trattative contrattuali nel settore dell’olio di oliva prevista dal regolamento (UE) n. 1308 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 17 dicembre 2013, le risorse assegnate sono pari ad € 1.000.000,00 per l’anno 2015, € 5.300.000,00 per l’anno 2016, € 5.300.000,00 per l’anno 2017.
“Con queste risorse e la concertazione delle regioni con i loro PSR – ha aggiunto Granieri, possiamo riaccendere il motore dell’economia dei territori. C’è un clima diverso nel Paese e dobbiamo cogliere l’opportunità dei vantaggi che giungono al settore. Si tratta delle prime risorse importanti per l’olivicoltura che torna ad essere un asse strategico per il nostro Made in Italy che ora – ha poi concluso – può contare sull’intesa di filiera che ha generato il primo accordo interprofessionale del settore nel nostro Paese”.

Logo_Unaprol

Fonte: Comunicato stampa Unaprol

Pubblicato il Lascia un commento

Al Ritmo delle Imprese

Rete_Imprese_Italiane_Redoro_Verona

Dall’alba al tramonto, un lavoro costante e impegnativo scandito dal ritmo delle nostre imprese come una magnifica orchestra perfettamente accordata ed in sintonia.

Un insieme di uomini, donne, persone, progetti e creatività che ci vengono invidiati da tutto il mondo e da tempi immemorabili. Siamo sempre stati là davanti, abbiamo sempre guardato il mondo dallo specchietto retrovisore grazie alla nostra capacità di “vedere” cose prima degli altri, di scoprire cose grazie alla sensibilità innata in ognuno di noi.

Siamo un mondo in continua evoluzione, un motore costantemente acceso da un fuoco inestinguibile che è la nostra fantasia; siamo la musica che accompagna il nostro grande Paese baciato dal sole, bagnato dal mare e protetto dalle montagne più belle.

Siamo armonia…

 

Pubblicato il 2 commenti

Pennette finocchi cipolle e carota

Pennette_finocchio_cipolle_carota
Pennette finocchi cipolle e carota
L’olio extravergine d’oliva Redoro nasce da un’attenta selezione di olive sane raccolte a mano alla giusta maturazione e lavorate in giornata nei frantoi di produzione ad una temperatura che non supera i 27 °C con metodi che non necessitano dell’aggiunta di acqua calda(estrazione a freddo),in modo da garantire un’olio di qualita’ superiore e che conserva elevate caratteristiche organolettiche.
Presenta un colore verde intenso con riflessi dorati e un buonissimo profumo. Al palato risulta essere un olio particolarmente delicato e fragrante dal sapore leggermente fruttato e con un leggero retrogusto di mandorla.Tutte caratteristiche che lo rendono ottimo per la migliore cucina mediterranea  di tutti i giorni.
Ed ecco uno dei tanti piatti preparati utilizzando l’olio Redoro:  http://goo.gl/rLS8aU

 

pennette finocchio cipolle carota
Pubblicato il 3 commenti

Amarone La Fontanina

Logo Gambero Rosso

Redoro Frantoi Veneti non è solo rinomata per il suo Olio Extravergine di oliva nelle sue molteplici qualità: Integrale, Bio, DOP etc.. ma è prodiga nella ricerca e nella preparazione di prodotti enogastronomici tipici nella maggior parte delle offerte ma sempre e comunque di eccellente qualità produttiva.

Amarone della Valpolicella La Fontanina
Foto by Stefano Gasparato

Così, nella vasta scelta di prodotti superlativi non poteva mancare il vino per eccellenza della zona di provenienza: l’Amarone della Valpolicella.

Grazie alla passione che Daniele Salvagno nutre per il territorio veronese (e veneto in generale), grazie all’eredità che i suoi predecessori hanno lasciato scritta all’interno della sua anima sin da bambino, oggi è possibile gustare un tesoro enologico di tutto rispetto seppur molto giovane. L’Azienda Agricola “La Fontanina” nasce dal connubio di questi sacri ingredienti uniti in una pozione magica preparata direttamente da Daniele Salvagno.

La qualità del prodotto non è stata sottovalutata nemmeno da Gambero Rosso che ha colto immediatamente il segnale distinguendo il prodotto selezionato da Redoro.

 

[Leggi l’articolo qui…]