Ristrutturato il Ponte di Rialto a Venezia - Frantoi Redoro

Ristrutturato il Ponte di Rialto a Venezia

Una grande opera di ristrutturazione realizzata grazie a Renzo Rosso, a capo del Brand Diesel, che ha permesso di rimettere a nuovo questo gioiello veneziano ammirato da tutto il mondo.

Un lavoro di ristrutturazione immenso

Alcuni numeri per rendere l’idea dell’opera effettuata
• 130 Artigiani
• 80 mila ore di lavoro
• investimenti per 5 milioni di euro

Sono alcune delle cifre che indicano quanto sia stato impegnativo ridare al suo splendore originale questo museo a cielo aperto.


WLTV WebLiveTelevision

Ci si aspetta, ora, che ogni cittadino di Venezia e ogni turista di passaggio nella splendida Venezia, sia in grado di apprezzare questa opera d’Arte senza usurparne la bellezza con graffiti gomme da masticare per terra e bombolette spray.

L’Olio Extra Vergine del Veneto elogia l’imprenditoria

Come azienda veneta e come produttori di Olio Extra Vergine Veneto, e italiano, non possiamo che elogiare quanto fatto dal “nostro” imprenditore, con il dovuto coraggio e l’ardore che spesso distingue chi in Veneto si affaccia al mondo dell’imprenditoria.
Come Renzo Rosso, anche le aziende Venete sono sempre all’opera per riuscire a produrre lavoro e ricchezza da poter distribuire sia come posti di occupazione sia come, in questo caso, aiuti verso il territorio: vero e proprio tesoro per ogni cittadino veneto.

L’Olio del Veneto di Redoro Frantoi Veneti

Siamo orgogliosi di quanto fatto e ringraziamo Renzo Rosso, così come ogni singola persona che si mette a disposizione per rendere il Veneto un posto migliore. Ognuno nel suo piccolo può dare il proprio contributo: noi lo facciamo attraverso la produzione di Olio Extra Vergine Veneto e Italiano, garantito dal nostro lavoro e dal nostro impegno che rispecchia il lavoro di chi ha a cuore l’economia e il futuro della nostra Regione e del nostro Paese. Lo portiamo nel mondo per mostrare la bellezza dell’Italia e la bontà dei suoi prodotti, più unici che rari.

Passaggio sotto il Ponte di Rialto a Venezia e primo piano con Olio Extra Vergine Redoro Frantoi Veneti

Venezia rappresenta il Veneto senza dimenticare che questa regione offre meraviglie in ogni angolo del suo territorio.

Olio Extra Vergine di Venezia

Sapevate che Redoro Frantoi Veneti produce Olio Extra Vergine proveniente da Venezia?
Alcune piante nascono proprio in Laguna, alcune sull’Isola della Giudecca. Un connubio, quello tra Venezia e Redoro Frantoi Veneti che si mantiene da decenni, quando ancora il Cavaliere Mario ospitava i coltivatori che arrivavano dalla Laguna rinfrancandoli con delle buonissime bruschette e con dell’ottima cucina casalinga (che oggi potete ritrovare presso la nostra Locanda Dell’Oleificio)

Raccolta di Olive sull'Isola della Giudecca
Raccolta di Olive sull’isola della Giudecca

Tagliere di Salumi Giardiniera e formaggi della Locanda dell'Oleificio
Tagliere salumi e formaggi della Locanda dell’Oleificio

Le caratteristiche dell’Olio Extra Vergine di Venezia

Data la natura della coltivazione, molto vicina al mare, la pianta dell’Olivo veneziano produce frutti con una caratteristica decisamente unica. Il sapore ed il gusto di questo olio rimarcano la salinità del suo territorio e permette di utilizzare questo limitato Olio Extra Vergine su alcune pietanze senza dover far uso di sale escludendo così la parte meno salutare del Cloruro di Sodio.

Questo Olio Extra Vergine non va utilizzato per realizzare il Brand dell’Olio Extra Vergine 100% Italiano e viene mantenuto integro per avere questo sapore particolare e molto apprezzato dagli estimatori degli olii di oliva.

Ricordiamo che l’Italia vanta un patrimonio di otre 500 varietà di olive: potete immaginare quali profumi, gusti e sapori possono manifestarsi da questo tesoro che solo il nostro paese possiede. L’Olio Extra Vergine Italiano sarà sempre il nostro orgoglio e ci prodigheremo per valorizzarlo e proteggerlo grazie a tutti gli olivicoltori italiani che svolgono come noi il loro lavoro con impegno, passione, amore per la propria terra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *